Non mollare mai!

 

La nostra forza è di essere una squadra. E anche in questo particolare inizio non ti abbandoniamo. Il valore inestimabile di una squadra è la condivisione. Condivisione di idee, principi, esperienze, contenuti, risultati.

Tu vogliamo condividere la nostra esperienza vissuta a giugno in apertura delle attività estive subito dopo il lockdown. Esperienza che probabilmente ha fatto vivere a noi emozioni molto simili alle tue di ora.

Come molti sapranno tra i nostri progetti dedicati ai bambini, durante il periodo estivo, organizziamo centri estivi. Le principali città in cui abbiamo attivo il servizio sono Milano, Lodi e Dalmine (immagino non ci sia bisogno di spiegarvi perché sottolineiamo le città di Lodi e Dalmine).

Dopo le linee guida del DPCM di maggio nel nostro team di lavoro si alternavano rimbalzando una contro l’altra emozioni anche contrastanti: paura, coraggio, sconforto, incredulità, attivazione, terrore, depressione, eccitazione. I pensieri e le domande erano così tante: non ce la faremo mai? Dai proviamoci! E se succede qualcosa? Lo risolveremo! Ma i genitori? se i genitori non se la sentono? ma i bambini ne hanno bisogno! Ma lo staff lavorerà? Come facciamo con i costi? I termometri non si trovano! Oddio le mascherine… e guanti si o no? Il triage come lo facciamo? Entrate scaglionate.. e i genitori che lavorano? Ma i palloni si possono usare? Creiamo il book con i giochi a distanza! E se piove? E potremmo continuare così per altri due o tre word interi senza usare il tasto a capo.

Decidere di partire non è stato facile. Si c’era il bisogno di lavorare, ma ne valeva la pena? Per trovare la risposta a tutte queste domande siamo partiti da noi. Noi, L’Orma, chi è e cosa può fare? Siamo un gruppo di persone motivate, competenti e soprattutto con una missione ben chiara: dare il nostro meglio ogni giorno per la crescita dei bambini e dei ragazzi. E abbiamo scelto di esserci. Sicuri che in qualche modo le soluzioni le avremmo trovate e che in ogni caso… valeva la pena provarci!

Decidiamo cosi di partire. Abbiamo lavorato tutti per un unico obiettivo. Essere il più pronti possibile per il 12 giugno data di inizio delle attività.
L’11 giugno il Ministero emana nuove linee guida modificando radicalmente alcuni regolamenti e aggiungendo altri documenti da preparare e nuove provvedimenti da seguire.
La verità? Abbiamo pensato di mollare. Sentivamo colleghi di molte realtà rinunciare e la paura si stava prendendo il potere di guidare la nostra scelta.
Nessuno di noi ce l avrebbe fatta da solo. Ma la squadra si è riunita e ha trovato la forza di ‘’buttare il cuore oltre la siepe’’.

La conferma che stavamo facendo la cosa giusta non è tardata ad arrivare.
Il primo giorno. È bastato vedere i sorrisi dei bambini che, alcuni timidamente altri scalpitanti, davano finalmente voce alla loro voglia di correre, di giocare e di raccontarsi.

Oggi dopo 11 settimane di attività siamo così orgogliosi. Mentiremmo se dicessimo che è stato tutto facile. Non lo è stato. Le prime settimane sono state difficilissime ma poi le famiglie molto collaborative hanno iniziato a ringraziarci e i bambini continuato a sorridere. E questo è tutto ciò che basta per dire: ne è valsa la pena!

Questa condivisione non vuole essere un paragone. Non stiamo dicendo che è la stessa cosa. Sappiamo che la situazione è diversa. Che il momento è diverso. Che la realtà è diversa.

Quello che vogliamo lasciarti con questa storia è che ANCHETUCELAPUOIFARE!

 

Avanti tutta! 

 


Come possiamo esserti utile? (clicca qui)
Contattaci e confrontati con la nostra Head Coach

Come puoi essere utile? (clicca qui)
Inviaci il tuo contributo verrà condiviso con altri insegnanti.

ARTICOLI CORRELATI

Leave a Comment

Contact Us

We're not around right now. But you can send us an email and we'll get back to you, asap.

0