Come creare una situazione – problema
Attività di apprendimento attivo

 

Per questa attività viene indicata un’età di riferimento e una situazione specifica. Il tuo compito è quello di prendere la procedura come esempio ed adattarla al target con cui lavori e alla disciplina che insegni.

ATTIVITA’

→ Scuola primaria – classe 2°. Sottrazioni in colonna.
Prerequisito: gli alunni hanno acquisito la capacità di eseguire addizioni in colonna anche con l’utilizzo del riporto. (C, D, U).
Consegna: Comunicare alla classe che stai per dargli una missione da compiere. Dovranno, prima individualmente e poi in gruppo, riuscire a risolvere un enigma.

 


→ MANCA SEMPRE MENO!  Ti interessa ricevere questo e altri materiali?
L’ORMA stà per presentare una proposta nuova ed efficace per veri NotFormalTeacher!

 

COME GUIDARE L’ATTIVITÀ

1) Dare da risolvere 3 sottrazioni in colonna senza cambio. Chiedere alla classe in modo collettivo il risultato di ogni operazione. Certamente qualcuno saprà risolverlo e dicendolo ad alta voce lo condividerà con la classe.

2) Consegnare la missione. La missione consiste nel risolvere una sottrazione che prevede il cambio senza spiegarlo. Scrivete quindi una sottrazione da eseguire in colonna senza spiegare come poter risolverla.

3) Date qualche minuto di tempo ad ogni alunno per provare a risolverla in modo individuale.

4) Senza verificare il risultato, dite ai vostri alunni che hanno a disposizione altri 7 minuti per potersi confrontare (possono, non devono! Lasciate a loro la scelta).

5) Chiedere a tre alunni di condividere la loro proposta risolutiva. Se non ci sono volontari invitate voi tre bambini. Guidare gli alunni a esporre il risultato e come sono arrivati a risolvere l’enigma.

6) Guidare la classe fino all’identificazione della procedura corretta da eseguire per risolvere le sottrazioni in colonna con cambio.

 

Utilizzando questa modalità di insegnamento, si induce il bambino a mettere in campo la voglia di contribuire a trovare una soluzione per se stesso o per gli altri. Essere parte del processo aiuta a sentirsi utili e importanti per il gruppo e il bambino si muove spinto da una motivazione interna. La sua attenzione e predisposizione ad apprendere saranno, pertanto, più elevate rispetto ad una situazione di apprendimento passivo.

Ora tocca a te: Crea la situazione adatta alla tua disciplina e classe, prepara la mission e guida i tuoi alunni nel percorso di risoluzione!
Scoprire la procedura corretta renderà l’apprendimento attivo e partecipativo da parte della classe.

 

Avanti tutta! 


ARTICOLI CORRELATI

Leave a Comment

Contact Us

We're not around right now. But you can send us an email and we'll get back to you, asap.

0