RAGAZZI… RIUNIONE!

Ci capita spesso di avere richieste di aiuto sulla gestione della classe.
Uno dei problemi ricorrenti, è riuscire a canalizzare l’esuberante energia di alcuni alunni.
Hai presente quei momenti in cui, mentre spieghi, sei ripetutamente interrotta/o dalle richieste dei tuoi studenti?

Possono arrivare infinite domande sull’attività che stai proponendo anticipando qualsiasi tentativo di spiegazione oppure possono essere semplici richieste di attenzione, come per esempio: “Maestra/o lui mi ha fatto così! Mi è caduta la penna! Maestra/o posso andare a temperare la matita? Maestra/o mi sono dimenticata il quaderno! Posso andare in bagno?”
Il consiglio di oggi è proprio per aiutarti a gestire e canalizzare la vivacità dei tuoi alunni.
In questi anni di esperienza abbiamo messo in atto una simpatica strategia, di facile utilizzo e di grande efficacia che vogliamo condividere con te!

Se vi trovate in una delle situazioni sopra descritte, in cui venite sopraffatti dal continuo intervenire e parlare dei bambini, attirate la loro attenzione con questa frase:

“RAGAZZI… RIUNIONE!”

Abbassatevi, sedetevi al loro livello per esempio sulla sedia posizionandovi davanti alla cattedra, fate avvicinare il gruppo classe. Parlate a loro con tono basso fermo e regolare e, proprio come una riunione aziendale, spiegate cosa succederà nelle ore successive e quali sono i ruoli e compiti di ogni componente del gruppo.
Ecco una scaletta che potete seguire per preparare e tenere la vostra riunione con delle ipotesi a titolo di esempio.

 

  • Ordine del giorno: nelle prossime due ore parleremo del ciclo dell’acqua
  • Obiettivo del giorno: alla fine di questa attività imparerete come si forma la pioggia.
  • Ruoli: io spiego / voi mentre parlo dovete pensare a due/tre domande da farmi. Le potete tenere a mente o scriverle su di un foglio.
  • Regole di gioco: (sceglietene 3 a vostra discrezione in base all’attività e alle problematiche da gestire e mettetele in positivo)
    – È possibile andare in bagno solo dopo che io ho risposto alle vostre domande
    – Le domande si fanno alla fine e per un massimo di tre ciascuno
    – È necessario ascoltare con attenzione ed evitare di alzarsi dai banchi.
  • Feedback: per compito dovrete trasformare in disegno quello che dirò. Quindi bene attenti!
  • Condivisione d’intenti: tutto chiaro? Quindi non sentirò chiamare il mio nome fino al termine della spiegazione? Siete pronti per imparare?

Anche se ti sembrano regole basilari che i bambini dovrebbero già conoscere e applicare, ti consigliamo di riflettere sul fatto che anche se le sanno non è detto che le riescano ad applicare costantemente. La strategia della riunione aiuta quindi a focalizzare l’attenzione su pochi e chiari input circoscritti in un tempo stabilito con un inizio e una fine.
Durante l’attività il vostro compito sarà quello di ricordare le regole stabilite in riunione ogni volta che compare il tentativo di infrangerle. Più voi siete fermi su ciò che avete stabilito, maggiore credibilità acquisterete.