Still alive at the deadline

 In News

still-alive

Il 26 Aprile è un giorno particolare per gli Italiani, un giorno fatto spesso di sbadigli che seguono necessariamente un weekend lungo, un giorno tutto sommato da affrontare con entusiasmo, dato che anticipa anche un altro weekend lungo. Se però il 1 Maggio è una ricorrenza comune per gran parte dei lavoratori in ogni angolo del globo (nasce negli USA di fine ‘800, per poi essere celebrata anche in Europa su pressione dei lavoratori), il 25 Aprile è una festività prettamente Italiana. Non avevo mai riflettuto a fondo su questo aspetto fino a quest’anno, quando l’UE ha deciso di porre come scadenza per la presentazione di progetti ad Erasmus+ proprio il 26 Aprile.

Il mio compito era scrivere uno di questi progetti, nella speranza che, con la sua approvazione, potesse risultare utile a far conoscere le metodologie di lavoro L’Orma anche in ambito europeo. Per far questo è stato necessario trovare delle associazioni che fungessero da partner provenienti da tutta Europa, con le ovvie difficoltà che questo ha comportato. La più evidente è stata che, con l’avvicinarsi della famosa deadline, ogni organizzazione si è dovuta concentrare a portare a termine i propri impegni, spesso dovendo necessariamente trascurare quelli assunti coi partner, rispondendo alle mail nei momenti liberi, rendendo così più complicata la comunicazione. I partner per il progetto da me presentato venivano da Bulgaria, Lituania, Estonia, Turchia, Spagna, Polonia e Romania, ma, alla scrivania di fronte, Daniele stava cercando di chiudere i suoi due progetti, attendendo risposte da Germania, Polonia, Ucraina, Turchia e Grecia. Le risposte sono ovviamente arrivate nel weekend precedente la deadline, lasciandoci il weekend stesso e il lunedì e martedì successivi per terminare il lavoro. Questo se abitassimo nei suddetti paesi.. Invece siamo in Italia, e, come se non bastasse, in quel weekend Daniele era impegnato nel pentathlon, mentre io avevo il mio consueto e totalizzante impegno calcistico e lavorativo domenicale. Lunedì 24 aprile e Martedì 25 Aprile si sono trasformate così in giornate da ricordare, con l’ufficio svuotato dalle vacanze italiane, ma riempito da me e Daniele, in rappresentanza dello spirito Europeo che contraddistingue un International ambassador e il suo collaboratore. Non entro nel dettaglio delle risate sconfortate, isteriche, nervose e di soddisfazione suscitate dal lento progredire del lavoro (in fin dei conti chiuso Lunedì, ma la cui revisione, con tutti gli imprevisti e inconvenienti del caso, ha portato via tutto il martedì), voglio solo ricordare lo spirito con cui ci siamo vicendevolmente supportati e abbiamo chiuso il nostro lavoro, consegnando tutti e 3 i progetti entro le 20.10 del 25 Aprile. La tensione accumulata in quei due giorni è equiparabile solo alla soddisfazione provata al momento della consegna, nella speranza che tra 3 mesi riceveremo un giudizio positivo sul nostro lavoro!

Nicolò Mura,
jolly ufficiale di ASD L’Orma.

Recent Posts