Semina…raccogli: IL CONCEPT

 In News
cartolina-001

Continua a piantare i tuoi semi, perché non saprai mai quali cresceranno – forse lo faranno tutti.

(Albert Einstein)

 

Inizia la stagione. Per i contadini è arrivato il tempo della semina. Essi hanno a disposizione dei semi, un terreno nel quale piantarli e tutte le loro conoscenze e capacità affinché la stagione del raccolto sia proficua. I contadini sanno che prima ancora di interrare i semi è necessario preparare il terreno: toglieranno le pietre e la ghiaia, elimineranno le piante infestanti e renderanno il terreno fertile in modo che i nuovi germogli possano crescere in un ambiente adatto a loro. Solo così il tempo dell’attesa del raccolto sarà un tempo positivo, durante il quale prendersi cura della crescita dei semi e ricco di speranza per il prossimo raccolto. Che molto probabilmente sarà abbondante.

Inizia settembre. Anche per gli insegnanti è arrivato il tempo della semina. Ma il loro raccolto sarà differente, ancora più prezioso, ancora più bello: l’educazione e la crescita dei loro alunni. Essi hanno a disposizione tutte le loro capacità, la loro pazienza e il loro amore per l’insegnamento per poter piantare i “semi dell’educazione”. Anche gli insegnanti dovranno preparare il terreno e sarà necessario iniziare fin da subito per poterlo rendere fertile: creare un contesto e in un ambiente in cui poter lavorare nelle interrelazioni tra pari, con le figure adulte, regole condivise. Dovranno concentrarsi molto sulla coesione del gruppo, creare nei bambini consapevolezza e valorizzazione delle loro grandi potenzialità. Gli insegnanti sanno che le cure che metteranno durante i primi mesi dell’anno scolastico saranno determinanti per la costruzione del gruppo-classe e per la crescita educativa dei loro alunni e l’ambiente confortevole preparato fin dall’inizio non potrà che incrementare la crescita dei loro frutti. Sanno anche che solo se le radici poste nel primo quadrimestre saranno forti, potranno sostenere tutto il raccolto del secondo. Il tempo dell’attesa sarà positivo e pieno di speranza. E il raccolto, le capacità dei bambini, la loro educazione, gli obiettivi raggiunti, saranno sicuramente abbondanti e soddisfacenti e dureranno nel futuro.

Recent Posts