Conciliazione vita-lavoro: i campus estivi aumentano la produttività in azienda e sono sempre più richiesti dai dipendenti

 In News

Quanto conta la conciliazione vita-lavoro nella gestione del welfare aziendale?

Nel 2017, secondo il rapporto welfare index, la conciliazione vita-lavoro ha avuto un notevole incremento dal 22% al 31%. Le iniziative di welfare più gradite dai lavoratori sono, infatti, la sanità integrativa e le prestazioni di prevenzione e le forme di conciliazione vita-lavoro.

Una ricerca del 2017 realizzata da Ipsos Marketing per Sodexo Benefit&Rewards Services condotta su 800 dipendenti dai 25 ai 60 anni, di aziende private, evidenzia quali sono i servizi welfare più amati dai lavoratori italiani. Gli intervistati considerano essenziali/prioritari i servizi a supporto della famiglia, tema considerato fondamentale dal 59% degli intervistati, in particolare dai dipendenti sposati con figli a carico.

Da luglio ad ottobre 2017 l’Istituto tedesco qualità e finanza, in collaborazione con Hrc Group e EasyWelfare, ha svolto un’indagine sul welfare aziendale coinvolgendo circa 3000 aziende italiane. Nelle esigenze dei dipendenti grande rilievo ha avuto la categoria conciliazione vita lavoro e la richiesta di campus estivi ed invernali (51,8%).

Si evidenzia l’esigenza di aumentare la qualità dei servizi di welfare aziendale riguardanti la  conciliazione vita-lavoro e in particolare di assicurare la qualità dei camp estivi in modo da rendere più tranquilla la vita dei dipendenti nel periodo estivo e di migliorare la gestione delle ferie estive in azienda.

Per nove milioni di alunni italiani la scuola termina fra il 7 e l’11 giugno per iniziare di nuovo a metà settembre. Si tratta di ben 13 settimane di vacanze in cui le famiglie hanno l’esigenza di impiegare il tempo dei ragazzi in maniera costruttiva.

Prima di tutto va considerata la differenza fra centri estivi, che si svolgono principalmente in città e sono idonei a bambini con meno di 6 anni, e camp estivi che sono adatti ai bambini con più di 6 anni, in grado di vivere il distacco dai genitori anche per tempi prolungati.

Ci sono camp estivi davvero per tutti i gusti:

  • creativi, sportivi, didattici, tecnologici, linguistici, nel verde, fuori porta
  • differenti in base all’età: per i più piccolo, in età da elementari, preadolescenti
  • campus naturalistici, campi avventura, vacanze – studio (spesso all’estero), campi artistici o creativi, campi sportivi.
  • Il luogo in cui il campus si svolge è molto importante. A seconda, infatti, della scelta i bimbi potranno essere coinvolti in attività di montagna, campagna, mare
  • campo sportivo o specificatamente di calcio
  • per gli amanti della natura, invece, sono tanti e variegati i campi estivi con gli animali, negli agriturismi, al mare o in montagna con vacanze a tema:  i bambini imparano ad usare la pagaia, a condurre una canoa, a passare su un ponte tibetano, a orientarsi nel bosco con la bussola, solo per fare qualche esempio.
  • campi per divertirsi con attività ludico-creative e ricreative

Il camp estivo non può ridursi ad un mero servizio, tipo il villaggio vacanze.

I SummerCamp targati L’Orma rappresentano un’offerta valida sotto il profilo educativo e ricreativo, in grado non solo di soddisfare un bisogno di gestione del tempo, ma anche capace di rappresentare per i genitori un servizio qualitativamente adeguato per la crescita del proprio figlio. Un’esperienza “necessaria” e formativa allo stesso tempo.

Per organizzare un camp estivo come efficace intervento di welfare aziendale, è comunque necessario occuparsi di vari aspetti burocratici e organizzativi, al fine di sollevare l’azienda da tutte le questioni amministrative e gestionali; bisogna saper gestire la segreteria per i dipendenti, fornendo resoconti precisi sulle partecipazioni settimanali.

Vuoi più info? Contattaci: promozione@ormasite.it – tel. 392 955 6079

Recent Posts