COME CREARE UN MOMENTO DI ASCOLTO ATTIVO GRAZIE ALL’UTILIZZO DI UNA PASSWORD

 In formazione
presentation-1454403_960_720-def

Avete mai pensato che anche l’appello può trasformarsi in un momento formativo?

L’utilizzo della password ha proprio questo intento:

  • trasformare un momento di ascolto semi-passivo, in cui i bambini devono solo rispondere sbadatamente “presente” quando sentono il loro nome, in un momento proattivo di connessione su ciò che sta succedere. PRESENTE IO CI SONO!
  • La password può essere collegata ad un gesto del corpo. Risulta così più divertente per il bambino e più allenante perché attiva connessione logico dinamiche o capacità coordinative generali.
  • La password deve essere scelta in modo che sia formativa per l’alunno e che possa poi essere ripresa durante la lezione: io ascolto con attenzione, io sono nel gruppo per il gruppo ecc..
  • La password può inoltre essere utilizzata per predisporre la classe all’incontro successivo. Conoscerla per entrare può diventare un requisito necessario per poter partecipare alla lezione successiva e questo innesca nell’alunno il pensiero attivo e la visualizzazione di sé proiettata nel prossimo incontro.

Avete mai pensato a quale possa essere la password più adatta alle vostre esigenze di ascolto e attenzione? Siamo sicuri che ve ne verranno in mente moltissime!

Recent Posts