NEWS FORMAZIONE

anni: da 6 a 13 tempo: medio preparazione: media GET READY! Distribuire ai ragazzi delle code di carta o stoffa da fare infilare nell’elastico dei pantaloni in modo che cadano fino a terra. Preparare un tabellone con i nomi dei partecipante (possono scriverlo anche loro stessi quando gli si consegna la coda) Far spargere i bambini all’interno del campo di gioco LET’S GO! Al “via” i concorrenti dovranno rincorrersi cercando di rubare la coda agli
formazione
Quante volte vi capita di dover urlare per ottenere attenzione? Quante volte non è sufficiente neanche questo strumento? Quante volte a fine giornata avete dedicato più energie per spiegare un’attività piuttosto che per farla svolgere? Nella nostra esperienza la risposta a queste domande è una sola: troppe.   Saremmo tutti infastiditi nel sentire gridare il nostro nome, un appellativo che si riferisce al gruppo di cui facciamo parte (bambini, ragazzi, 5^C etc.) o un ordine
formazione
anni: da 7 a 12 tempo: medio preparazione: facile GET READY! Il gioco si svolge tra due squadre su un terreno di gioco delimitato da due linee parallele Sulle linee vengono disposte clavette o bottiglie di plastica (preferibilmente di numero superiore a quello dei giocatori). Le due squadre si dispongono all’esterno delle rispettive clavette. Distinguere i giocatori delle due squadre con un segno distintivo (una benda al polso…) LET’S GO! Al “VIA” i concorrenti delle
formazione
Un’importante strategia educativa volta a rendere riconoscibile e chiaro l’intervento è la creazione di una propria ritualità. Con ritualità identifichiamo una serie di elementi caratteristici e fissi che sono spesso legati al concetto di cerimonia e tradizione.   Attraverso la ritualità è possibile: Agire con la massima efficacia, rendendo la richiesta dell’insegnante/educatore una libera scelta di adesione all’attività si sviluppa il senso di appartenenza ad un gruppo, il sentirsi riconosciuti per qualcuno o per qualcosa,
formazione
anni: 6 à 13 tempo: medio preparazione: media GET READY! Ogni alunno dovrà consegnare il suo compito ad un compagno e riceverne un altro.   LET’S GO! La correzione avviene da parte dell’insegnante alla lavagna. Gli alunni correggono il compito di un compagno e il loro l’hanno consegnato ad un altro compagno, senza poter intervenire. Terminata la correzione gli alunni hanno 5 minuti per controllare gli errori fatti. A seguire avranno un tempo stabilito dall’insegnante
formazione

NEWSLETTER FORMAZIONE